Regolamento Intermediari, la svolta per i Fee Only

By 19 febbraio 2018 In Evidenza No Comments

Intervista a Luca Mainò 

Lo scorso 16 febbraio 2018 vi avevamo segnalato per primi la pubblicazione del nuovo Regolamento Intermediari Consob, elemento che, contestualmente all’attesa adozione da parte del MEF dei decreti ministeriali sui requisiti delle persone fisiche e giuridiche, dà idealmente il via allo sviluppo del protocollo di intesa per il passaggio della vigilanza da Consob a OCF. Tra le figure che daranno vita al nuovo Albo unico dei consulenti finanziari troviamo i consulenti autonomi, i quali, insieme alle società di consulenza, svilupperanno in Italia i servizi di consulenza indipendente.

Per un commento a caldo sull’uscita del nuovo Regolamento Intermediari abbiamo contattato Luca Mainò, co-fondatore Consultique e membro del direttivo di Nafop, associazione dei professionisti e delle società di consulenza finanziaria indipendente fee only:

“Noi Consulenti Finanziari Indipendenti e Società di Consulenza Fee Only non siamo intermediari, ma siamo comunque direttamente interessati a questo regolamento in quanto sono in esso presenti le disposizioni relative ai nostri rapporti con l’Organismo OCF che gestirà l’Albo e vigilerà sugli iscritti. Inoltre nel nuovo regolamento vi sono anche tutti gli adempimenti che riguardano lo svolgimento della nostra attività. Consob ha in sostanza confermato l’intero impianto già anticipato alla fine dell’anno, con l’applicazione alla nostra professione di principi e procedure ideati per regolamentare l’attività di banche ed intermediari”.

Ma esiste qualche forma di supporto per i professionisti fee only in vista del nuovo Albo? Mainò racconta un’iniziativa ad hoc: “Grazie alla tecnologia e all’impegno di molti dei nostri associati, stiamo mettendo a punto una serie di strumenti che potranno consentire ai consulenti indipendenti e alle società di consulenza fee only di essere compliant e di potersi focalizzare sulla propria clientela, con la prestazione di un servizio di consulenza indipendente la cui domanda sta crescendo in modo significativo e che fa dell’assenza di conflitti di interesse e della remunerazione a parcella i suoi punti di forza. NAFOP ha messo anche a punto un servizio di assistenza ed affiancamento dei propri associati per l’iscrizione all’Albo, ad esempio con la definizione di modelli base per la struttura organizzativa e di controllo, per le procedure e le policy previste dal regolamento che consentirà a professionisti e società di consulenza di avvicinarsi all’OCF in modo semplice ed efficiente”.

bluerating_articolo