Mainò (Nafop): MiFID 2 posticipata, chi ci perde è il cliente

By 12 aprile 2016 In Evidenza No Comments

Eugenio Montesano, di Citywire, intervista Luca Mainò al Salone del Risparmio di Milano sul tema del dilazionamento che la MiFID2 ha subito e delle conseguenze e problematiche che questo spostamento può creare al risparmiatore/investitore.

Luca Mainò al Salone del Risparmio

Ormai è ufficiale: l’adozione della MiFID 2 è stata posticipata di un anno.

Cosa cambia per i consulenti? “Per gli indipendenti, nulla”, afferma Luca Mainò, cofondatore di Nafop. “Ancora una volta, chi ci perde è il cliente, che di fatto è in balia del sistema distributivo”.

Nella videointervista, il dirigente dell’associazione italiana dei consulenti fee-only insiste anche su un tema molto caro a Nafop, quello della definizione di “consulenti indipendenti”, tenuta fuori dalla riforma delle categorie professionali che è sfociata nella nascita del nuovo Albo Unico dei consulenti e dell’Organismo dei Consulenti Finanziari, per cui è previsto che i consulenti fee-only prendano la denominazione di ‘autonomi’.

“Per quanto riguarda l’aggettivo indipendente, da 15 anni siamo chiamati cosi”. Il cambio di denominazione cambia la percezione del cliente, che quando sa di avere a che fare con un indipendente sa che gli viene fornito un servizio di consulenza, slegato dalla distribuzione. Non abbiamo intenzione di cambiare la denominazione dell’associazione: sul mercato continueremo a chiamarci consulenti indipendenti”, dice Mainò.