L’Associazione ha per scopo la regolamentazione, la tutela e lo sviluppo dell’esercizio della professione di “Consulente Finanziario Indipendente” (fee only financial planner, oggi detto anche Consulente Finanziario Autonomo) nonché la cura, la qualificazione professionale e la diffusione della conoscenza presso il pubblico della professione e del ruolo del “fee only financial planner”. 

L’associazione può svolgere le seguenti attività:

A) proporre e perseguire l’istituzione di un Albo Professionale provvedendo in tal senso a porre in essere tutte le iniziative che a tal fine si dovessero rendere necessarie, utili od opportune sia a livello nazionale che internazionale;
B) elaborare un codice etico di comportamento (che peraltro già è presente su questo sito)
C) rappresentare gli interessi degli associati a livello istituzionale e legislativo tramite azione propositiva verso gli enti regolatori, di indirizzo e controllo intervenendo con contributi sistematici, in sede sia nazionale sia comunitaria, nella preparazione e nell’aggiornamento di leggi, direttive e regolamenti attinenti il settore di competenza mantenendo con le istituzioni, stabili rapporti;
D) compiere ogni altra attività necessaria ed opportuna per il raggiungimento dei propri scopi così pure aderire ad associazioni, organismi ed enti che perseguono finalità simili o complementari, a tal fine anche concludendo accordi di collaborazione che prevedono l’integrazione delle attività e le modalità di svolgimento in comuni di determinate funzioni;
E) facilitare lo scambio, le conoscenze e le relazioni personali e professionali tra gli associati, dialogo e confronto associativo attraverso tavoli permanenti di confronto, di proposta, di informazione ed elaborazione di posizioni comuni tra e verso gli interlocutori istituzionali e gli associati;
F) divenire un punto di riferimento in materia di rating, certificazione, analisi, valutazioni, di servizi e prodotti finanziari, previdenziali, assicurativi nei confronti di aziende, privati, enti, istituzioni, amministrazioni pubbliche, banche, assicurazioni e media;

G) regolare, vigilare e sanzionare il comportamento degli associati;
H) promuovere lo studio e l’analisi del mercato mobiliare, previdenziale, assicurativo e quindi dei suoi strumenti, della sua legislazione, delle sue funzioni ed applicazioni;
I) contribuire allo sviluppo di una corretta, diffusa ed efficiente cultura finanziaria in Italia nonché della pianificazione e protezione dei patrimoni personali, aziendali e istituzionali;
J) predisporre un rapporto annuale sul settore al fine di fornire uno spaccato completo sulla situazione e i trends del mercato della consulenza “fee only”/autonoma in Italia e a livello mondiale, relazionando sulle metodologie, gli strumenti e i servizi;
K) svolgere attività di ricerca, formazione, assistenza, editoria, culturale, sociale, nell’ambito del settore professionale;
L) tutelare gli interessi del singolo e/o della collettività degli investitori, rappresentandoli nelle assemblee, nei consigli di amministrazione e in ogni altra sede.