Monthly Archives: luglio 2018

Consulente dipendente o indipendente? Meglio un operatore serio.

By | In Evidenza | No Comments

Un articolo pubblicato su Plus24 di sabato 28 luglio spiega in modo semplice la differenza tra consulenza indipendente e consulenza dipendente.

 

E’ molto semplice capire quando un consulente finanziario è veramente indipendente, ovvero remunerato a parcella (Fee-Only) SOLO dal proprio cliente e pertanto opera in totale assenza di conflitto d’interesse commerciale.

Se un operatore finanziario ha il mandato di un intermediario, il rapporto che instaurerà con l’investitore sarà “viziato” dal fatto che non avrà come obiettivo unico l’interesse del proprio cliente, ma dovrà rispondere del proprio operato anche di fronte alla società mandante; in una simile situazione, l’operatore dovrà ovviamente considerare anche l’interesse della società prodotto, con conseguenze potenzialmente negative circa la reale convenienza per il cliente delle soluzioni consigliate.

Il vero consulente finanziario indipendente (detto anche Autonomo) non riceve da terzi incentivi/provvigioni sul collocamento di prodotti finanziari o sulla consulenza erogata, percepisce il compenso SOLO e direttamente dai suoi clienti, come un avvocato o un commercialista e come questi emette una parcella/fattura per i propri compensi professionali. La parcella è sempre di gran lunga inferiore rispetto ai prelievi praticati dalla banca, assicurazione o SIM direttamente dal conto del risparmiatore a fronte degli investimenti effettuati. Purtroppo il risparmiatore spesso non è a conoscenza dell’ammontare effettivamente prelevato dai suoi investimenti e non sa di quali tipologie di costi aggiuntivi è soggetto.

Il consulente finanziario indipendente NON percepisce commissioni, provvigioni, abbuoni, premi, indennità, incentivi o altre forme di compenso da terzi che non siano rappresentate dalla parcella del cliente. Si occupa solo degli interessi del proprio cliente e ne tutela il patrimonio attraverso i consigli più adatti alle sue esigenze.

Il ruolo del consulente finanziario indipendente è di affiancare, consigliare e supportare il cliente nelle decisioni di carattere finanziario, lasciando tuttavia al cliente la libertà della scelta finale e l’esecuzione delle operazioni.

Il consulente finanziario indipendente NON vende nulla e NON distribuisce alcun prodotto finanziario.

 

2 luglio 2018: via alle iscrizioni per tutti i CFA e le SCF che hanno operato in regime transitorio

By | In Evidenza | No Comments
Dal 2 luglio 2018 i Consulenti Finanziari Autonomi e le Società di Consulenza Finanziaria possono presentare domanda di iscrizione all’Albo Unico gestito da OCF, purché operanti al 31 ottobre 2007 e in possesso, per le persone fisiche (anche esponenti aziendali) dei requisiti previsti dalla normativa vigente (art. 7 D.M. n. 206/2008).
Nel portale OCF si possono trovare le informazioni utili per presentare la domanda di iscrizione (cliccando sull’immagine si accede direttamente al sito dell’Organismo)
NAFOP, tra i numerosi servizi offerti ai propri Associati, fornisce anche un supporto per l’iscrizione all’Albo con eventuale assistenza legale, dove necessaria.